News & Offerte

I buoni piatti della tradizione, cosa mangiare nel Salento

Il Salento non è solo “Lu sule, lu mare, lu ientu”, ovvero il sole, il mare ed il vento, ma è un insieme di colori, sensazioni, profumi ed emozioni, che sulla tavola trovano la loro massima espressione.

Sono numerosi i piatti di questa meravigliosa terra che si tramandano di generazione in generazione e che sono gli immancabili compagni di viaggio in una vacanza tra mare e relax.

Prendiamo ad esempio le famose frise, formate da un impasto di farina di orzo o di grano, sapientemente biscottate nei forni a legna e condite solitamente con olio evo, pomodori, sale, origano, o con tutto quello che vi viene in mente.

Se venite nel Salento non perdetevi un assaggio delle pittule, una frittella di acqua, farina e lievito, che può contenere alici, cavolfiore o pomodorini, capperi, ecc.

Altri piatti imperdibili sono i ciceri e tria, la pasta fatta in casa, amalgamata con ceci e pezzetti di pasta fritta e le sagne ncannulate, un tipo di pasta lunga ed arrotolata, condita con il sugo di pomodoro fresco ed un tipo di formaggio piccante e dal sapore molto pungente, la ricotta forte.

Tra i secondi piatti della cucina salentina che potrete assaporare durante il vostro soggiorno, ve ne proponiamo uno di carne, i turcinieddhri ed uno di pesce, lu purpu a pignata.

I turcinieddrhi, indicati per palati forti, sono interiora di agnello avvolte nel budello dell’animale stesso; lu purpu a pignata invece è una ricetta a base di polipo con pomodori, cipolla, aglio ed alloro, cucinata in un tipico recipiente di terracotta, detto appunto pignata.

Arrivando al dessert, il re dei dolci della provincia di Lecce, che troverete in tutti i bar, è il pasticciotto, una vera leccornia formata da fragrante pasta frolla che avvolge un morbido ripieno di crema pasticcera.

Buon appetito!!!